La scuola del fare

La settimana integrativa dell’Istituto Comprensivo di Petritoli

Alunni frenetici che al suono della campanella cercano l’aula del loro laboratorio, il personale scolastico che dà indicazioni, insegnanti che progettano il lavoro: cominciano così, con un entusiasmo ed un fervore insoliti per gli ambienti scolastici, le giornate della Settimana Integrativa, che si sta svolgendo per l’ottavo anno consecutivo nell’ISC di Petritoli. Dal 21 al 26 Novembre, il normale svolgimento delle lezioni viene sostituito dall’attivazione di quindici laboratori, che coinvolgono gli alunni dei tre plessi della Scuola Secondaria di I Grado, Petritoli, Ponzano e Montottone, nelle più svariate attività. Si va dalla pittura su maglietta a quella su vetro, dal decoupage ai decori natalizi e sul rame, dagli sketchs in inglese alla piccola rock band, dalla piscina al basket, dall’agenzia stampa ai giochi matematici, dal riciclo creativo a ‘modellando’, dagli scacchi alla cucina, all’opportunità di orientarsi nella scelta della scuola superiore attraverso incontri con insegnanti ed alunni degli istituti della zona e visite alle scuole.
I ragazzi diventano protagonisti di un percorso d’apprendimento, nuovo, collettivo e progettuale; l’aula uno spazio aperto nel quale conoscersi, muoversi, confrontarsi ed arricchirsi, oltre i limiti del contesto classe.
Le attività previste offrono la possibilità di imparare, sperimentando modalità alternative; di scoprire e dimostrare le proprie potenzialità; di affinare attitudini personali ed abilità; di sviluppare la manualità e di esprimersi con creatività, attraverso la realizzazione di manufatti.
Il 26 Novembre la scuola apre le porte ai genitori degli alunni ed alle istituzioni del territorio: i prodotti realizzati vengono messi in mostra, venduti ai visitatori ed il ricavato devoluto per continuare due adozioni a distanza.
Il segreto del successo di tale iniziativa sta nell’impegno, nella motivazione e nella collaborazione di tutti coloro che vi partecipano e che mirano a realizzare uno degli obiettivi più ambiziosi che la scuola oggi possa proporsi: formare cittadini, consapevoli del valore della cultura e del sapere, che credano in valori autentici e siano disposti ad impegnarsi insieme nella costruzione di un futuro migliore.

One thought on “La scuola del fare

  1. Salve, questo è un commento.
    Per cancellare un commento fare il login e visualizzare i commenti di un articolo, a questo punto si avrà la possibilità di modificarli o cancellarli.

Lascia un commento